uso stampi pavonidea

lunedì 20 aprile 2009

torta di pane e pomodorini



dato che il pane avanzato e secco non manca quasi mai ,questa ricetta trovata nella rivista "cucina moderna" del mese di maggio 2009,capitata giusto per smaltirlo e subito ne ho approfittato,gli ingredienti occorrenti sono:
250 gr. di pane secco
mezzo litro di latte tiepido o a temperatura ambiente
250 gr. di ricotta (io ho adoperato philadelphia balance)
200 gr di scamorza
2 uova
prezzemolo (io non l'ho messo)
olio extra
dei pomodorini per guarnire

Tagliare il pane secco a pezzetti e metterlo nel latte ad ammorbidire per un'ora.
Iu un'altra ciotola mettere il formaggio e unire il sale,le uova,la provola,amalgamare quando il pane sarà ammorbidito unirlo al formaggio,ungere una tortiera 18 x 24 e mettere tutto il composto, decorare la superficie con dei pomodorini tagliati a fettine (fateli affondare nel composto).Cuocere in forno a 200° per 40 minuti ,quindi spennellate la superficie di olio e rimettete in forno per altri 5 minuti, vi consiglio di prepararlo e gustarlo non troppo caldo.

28 commenti:

  1. Che bello questo utilizzo dle pane! scamorza e pomodorini poi sono un'accoppiata vincente!!
    un bacione

    RispondiElimina
  2. Guarda qui che bella idea!!!

    RispondiElimina
  3. ciaoooooooooo Marsy
    come và? grazie per il commento, hai pasticciato ancora vedo, come me del resto:))
    un bacio uno di questi giorni dobbiamo incontrarci vicini vicini :))
    ciaooooooo

    RispondiElimina
  4. ma che delizia!!!
    ed e'anche bella veloce ;)

    RispondiElimina
  5. Fatto ti ho aggiunto al mio elenco Ciao

    RispondiElimina
  6. Grazia, la faccio al più presto complimenti!

    RispondiElimina
  7. quanto mi piacciono le ricette di recupero...le adoro perchè ti permettono di non sprecare niente come facevano le nostre nonne e come haime'dobbiamo fare anche noi in tempo di crisi...bravissima!

    RispondiElimina
  8. Buonissima! Anch'io utilizzo il pane vecchio sia nel dolce che nel salato è una ricetta tipica della mia zona e si chiama "pinza" in Veneto "pincia" a Venezia. :-)
    Ciaooooo

    RispondiElimina
  9. ciaoo!! bhe questa..ricetta che capita proprio a fagiolo!!^_^
    ps..bellissimo blog!!^_^

    RispondiElimina
  10. .....me la memorizzo questa ricettina .... grazie x esser passata a trovarmi ...kissssssssss

    RispondiElimina
  11. Mi garba tanbtissimo questa ricettina. Me la segno subito. Un abbraccio Laura

    RispondiElimina
  12. Mmmmm...bbbona!!!!!!!!!!!
    Una fettina, please.......

    RispondiElimina
  13. Ciao, grazie di essere passata anche perchè così ho scoperto il tuo interessante blog!!
    Spero tu voglia partecipare alla raccolta! Mi farebbe davvero piacere!

    RispondiElimina
  14. Fatta e gustata. Ti faccio vedere le foto... "di là da Bianca" ;-) assieme alla versione dolce con riciclo pan brioche che i "principini" non gradivano più....
    Bacioni mersettina!

    RispondiElimina
  15. questa torta di pane mi piaice molto, forse perchè c'è la ricotta, ma la trova una preparazione semplice ma buona complimenti a presto

    RispondiElimina
  16. Mi hai fatto ricordare che preparavo questa ricetta anch'io qualche anno fa, ma ultimaemnte è passata nel diemnticatoio ...
    Devo rifarla :-))

    RispondiElimina
  17. (^_^) mmm ottima ricetta ricrda tanto le ricette genuine di un tempo bravissima ,un abbraccio baci

    RispondiElimina
  18. DAvvero ottimo utilizzo!.. Mi spiace così tanto buttare il pane secco, invece così si può rimediare a tutto!
    Bravissima!
    Baci!

    RispondiElimina
  19. Incredibile non averci pensato prima! Con tutte le torte di pani dolci che ho mangiato nella mia vita, non ho mai pensato che potesse esistere anche la versione salata...bellissima!

    RispondiElimina
  20. che buona, altro che avanzi!!!

    RispondiElimina
  21. io vado ...a prepararla!!! speriamo bene!!!!

    RispondiElimina
  22. qui Brescia.... Mely e Miky hanno appena gustato la tua torta di pane!!! complimenti!! La mamma(memilla) ha avuto una buona idea!!! un abbraccio affettuoso ed alla prossimaaa..ricetta!!!!

    RispondiElimina
  23. Ciao! Questa ricetta è stata incorporata nell'archivio degli appuntamenti gastronomici ricorrenti in famiglia... E' sempre una sorpresa nuova e una gioia per il palato, per gli occhi, per l'umore.
    E un ottimo modo per smaltire il pane, una volta che esso si accumula (odio gettare via gli eccessi, e questo modo di riutilizzare il pane avanzato è sublime)
    Complimenti


    Giulia

    RispondiElimina
  24. stupenda! deve avere un gusto e una consistenza deliziosi! a presto!

    RispondiElimina