uso stampi pavonidea

lunedì 10 maggio 2010

brioche di rita monastero


Ingredienti

500 g farina
25 g lievito di birra
70 g ca. latte
100 g burro
3 uova
75 g zucchero
1 pizzico sale
vanillina

Procedimento.

Preparare un lievitino, lavorando tutto il lievito sciolto con con un pò di latte tiepido e circa 80 g di farina presi dal totale, per ottenere un panetto morbido. Inciderlo a croce e porlo in una ciotola contenente acqua tiepida; dopo circa 10 min, esso avrà raddoppiato il suo volume e salirà a galla. Intanto disporre a fontana sul piano di lavoro, la restante farina, porvi al centro lo zucchero e una punta di vanillina. Distribuire il sale e il burro morbido intorno ai bordi ed impastare come una frolla, incoporando gradatamente prima 2 uova battute, poi il panetto lievitato e altro latte tiepido, secondo necessità. Lavorare lungamente l'impasto sino a quando diverrà di colore omogeneo e non si attaccherà + alla spianatoia; occorreranno non meno di 10 minuti e non bisognerà cedere alla tentazione di aggiungere altra farina. Se occorre, aiutarsi con una spatola. Incidere la pasta a croce e porla in una ciotola a lievitare in luogo tiepido per 2 ore. Trascorso questo tempo, rovesciarla sul piano di lavoro, allungarla in un rotolo e ricavarne 15 pezzi più grandi e 15 pezzi più piccoli. Sagomarli tutti a pallina, poi praticare un incavo sulla sommità di ciascuna pallina + grande e inserirvi una + piccola. Disporre le brioche così ottenute su una teglia coperta di carta forno, spennellarle con il restante uovo battuto e lasciarle crescere per altre 2 ore. Spennellarle nuovamente con l'uovo, farle lievitare per altri 30

minuti,quindi infornarle a 190° per 12 minuti,volendo si può sostituire l'uovo intero con pari peso di solo albune testato anche così e non si nota differenza

19 commenti:

  1. Che buone queste briosche!! Penso che il risultato meriti tutto il lavoro!!
    Franci

    RispondiElimina
  2. sembrano e saranno buonissime, brava e buona giornata...

    RispondiElimina
  3. Le brioche con il tuppo sono buonissime,brava!!!Ciao.

    RispondiElimina
  4. wow che meraviglia!! bravissima come sempre!! baci!

    RispondiElimina
  5. Ma che incanto queste briche! Solo a vedele fanno una voglia!!! Bravissima
    Baci Alessandra

    RispondiElimina
  6. Le brioche col tuppo!!!! me ne sono innamorata in sicilia ma da noi non si trovano :-/ copio subito :)

    RispondiElimina
  7. ormai sono anni che provo a realizzare le brioches che ho gustato in Sicilia!Niente da fare...ora seguo la tua ricetta,nella foto sembrano super deliziose.Complimenti e una splendida settimana per te

    RispondiElimina
  8. Bellissime queste brioches: un impasto semplice e delicato!
    baci baci

    RispondiElimina
  9. sai stamattina mentre ero a lavorare pensavo di fare qualche brioche x far colazione domattina e le tue brioche mi sembrano adatte..
    ciao cara da lia

    RispondiElimina
  10. meraviglia delle meraviglie! ben lievitate e chissà che morbidezza....

    RispondiElimina
  11. Brava Marsettina,sicuramente da fare,un gran bel risultato!

    RispondiElimina
  12. Bravissima! Allora alla fine le hai fatte! Complimentissime!Sembrano buonissime! A breve voglio provare qualche ricettuzza del libro. Grazie ancora!

    RispondiElimina
  13. Ciao! Sono Elena, ho conosciuto il tuo sito visitando BlogdiCucina,
    volevo invitarti a partecipare al mio contest dal sapore turistico gastronomico.
    Se vuoi saperne di più l’indirizzo è
    http://idolcidelcuore.blogspot.com/2010/05/il-mio-primo-contest.html
    Ciao e a presto

    RispondiElimina
  14. Complimenti per il tuo blog e per queste deliziose brioche!:)sei davvero bravissima!:)

    RispondiElimina
  15. mamma mia Marsy ma quanto sono belle e invitanti!!!
    un abbraccio
    dida

    RispondiElimina
  16. che buone le brioche col tuppo...ti sono venute
    bellissime...
    ciao,Enza

    RispondiElimina
  17. Stupende davvero queste brioche!
    complimenti!

    RispondiElimina
  18. Ma lo sai che Rita è una mia amica? Ha delle ricette favolose e queste focaccine ne sono la prova.
    Un bacione marsettina mia!

    RispondiElimina